OpenAI, l’azienda di intelligenza artificiale voluta da Elon Musk, ha appena pubblicato un post sul suo blog nel quale annuncia un nuovo algoritmo, denominato DALL-E, capace di creare immagini a partire da una descrizione. Il nome dell’algoritmo è stato scelto in omaggio a Salvador Dalì e Disney Pixar, prendendo come spunto il personaggio   WALL-E.

Con 12 miliardi di parametri, DALL-E è un trasformer dello stesso tipi di GPT-3 allenato con milioni di immagini e relative descrizioni. In questo modo, l’algoritmo ha imparato a disegnare immagini a partire da una descrizione di testo. I risultati sono piuttosto impressionanti.

In questo esempio è stato chiesto a DALL-E di create un’immagine di “un ravanello in tutù che porta a spasso un cane”:

In particolare,  DALL-E riesce a manipolare molte caratteristiche dell’immagine, tra cui sfondo e numero di oggetti. Rimandiamo al post sul blog di Open-Ai, dove sono raccolti numerosi (ed incredibili) esempi di questa nuova tecnologia.

Stasera, per completare il binomio Scienza e Fede voluto dalla Rai con due fiction dedicate rispettivamente a una donna del mondo scientifico e a una del mondo religioso, andrà in onda la fiction sulla vita di Chiara Lubich.

La fiction ripercorrerà parte della vita della Lubich: dalla nascita a Trento nel 1920 fino alla vocazione avuta a Loreto nel corso di un raduno spirituale, poi la guerra, che tutto distrugge, la scoperta dell’amore che vince tutto (da qui il titolo della fiction) e ancora la fondazione del primo focolare e la diffusione del movimento da lei fondato nel mondo. E’ così che la Rai ha deciso di celebrare una delle protagoniste del panorama cattolico e interreligioso del secondo dopoguerra.

Ma chi è esattamente Chiara Lubich? Malgrado la sua figura sia passata solo di rado sui rotocalchi, è stata un personaggio eccezionalmente importante fintanto che ancora oggi circolano voci sulla sua possibile nomina, mai rivelata in pubblico da Papa Giovanni Paolo II, a cardinale in pectore, caso unico nella Chiesa cattolica. Papa Wojtyła la ammirava molto: ebbe a dire del suo movimento “quando sono triste mi viene in mente… focolarini”.

Padre socialista, madre cattolica, la Lubich è stata la fondatrice del Movimento dei Focolari, movimento laico in seno alla Chiesa e basato sulle parole del Vangelo “Che tutti siano uno”. A livello interno, i componenti del movimento hanno diverse nazionalità finanche religioni diverse.

Questo suo impegno a favore dell’ecumenismo religioso e dell’unità tra i popoli, oltre che a un programma di economia sostenibile denominato economia di comunione hanno spinto poi l’Unesco a conferirle il Premio per l’Educazione alla pace nel 1996 e il Consiglio d’Europa nel 1998 il Premio dei Diritti umani.

 

In un post che celebrava un’importante pietra miliare nella sua messaggistica, Pavel Durov, CEO e fondatore di Telegram, ha annunciato che monetizzerà la sua creazione e la aggiornerà entro la fine dell’anno, di solito con molte novità e miglioramenti. Secondo Durov, Telegram rimarrà sempre gratuito e non verrà ceduto a terzi, ma a partire dal nuovo anno inizierà a generare entrate in modo non invadente, e gli utenti potrebbero anche non accorgersene: base, personale e La chat di gruppo rimarrà priva di pubblicità. , Ma i canali pubblici potranno utilizzare la piattaforma ufficiale per gestire la pubblicità. Inoltre, in alcuni casi, verranno attivate funzioni di ricarica per “team aziendali o utenti avanzati”.

A partire dal nuovo aggiornamento della versione numero 7.3, la possibilità di ascoltare i messaggi in arrivo in cuffia (il primo nella versione beta) arriva su iOS in forma stabile, mentre su Android nuove animazioni possono essere utilizzate per i contatori dei messaggi, lo stesso Cartelle e cartelle, inoltre, è anche possibile trasferire i dati dell’applicazione dalla memoria interna del dispositivo alla memoria interna della microSD. Sia su Android che su iOS, non è necessario inviare nuovamente l’immagine dopo il ritocco e puoi persino aggiungere adesivi, effetti di disegno e modifica alle foto inviate. A quel punto, tutti gli utenti beneficeranno di velocità di caricamento più elevate, sagome brillanti, adesivi, nuovi emoji e una piattaforma, inizialmente disponibile in inglese, riceverà suggerimenti su nuove funzionalità e segnalazioni di eventuali errori.

Tuttavia, il clou del nuovo Telegram 7.3 è un altro. Il change log per il rilascio del nuovo messaggio in questione prevede la possibilità che l’amministratore possa convertire la chat di gruppo di “migliaia di partecipanti” in una chat vocale sempre attiva La barra in alto indicherà il numero dei partecipanti. Le persone che parlano in ogni momento, con pulsanti aggiuntivi, possono partecipare alle riunioni. In attesa di utenti che in futuro potranno beneficiare della cancellazione del rumore, della condivisione dello schermo, dei componenti e degli abbonamenti video. Gli abbonati potranno limitarsi a inviare messaggi di testo, navigare nell’applicazione o effettuare chiamate tra le conversazioni, per una rapida consultazione (mobile in Android) Sotto forma di widget), anche quando Telegram è attivato in background, il microfono può essere disattivato e ha un pulsante personalizzabile push-to-talk per chattare vocali su Telegram Desktop e app per macOS .

Il solstizio è previsto per le 11:02 ora italiana e segna l’inizio dell’inverno. In questo giorno, “il Sole nel suo apparente movimento lungo l’eclittica, ovvero la proiezione dell’orbita terrestre nel cielo, raggiunge la posizione più a sud rispetto all’equatore celeste , che è la proiezione nel cielo dell’equatore terrestre “spiega l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del telescopio virtuale.

‘Ciò significa – prosegue – che nel giorno del solstizio d’inverno, l’arco corrispondente alla traiettoria del Sole sopra il nostro orizzonte boreale è il più modesto dell’anno e, di conseguenza, ci dà la la notte più lunga ”.

Il solstizio è salutato dalla rara congiunzione tra Giove e Saturno, così vicini da poter essere visti insieme nel campo di un telescopio. Naturalmente, questo è un approccio apparente, visibile dalla Terra. Il fenomeno potrebbe essere la stella di Natale dei Vangeli: “nel 7 aC – ha spiegato Masi – la congiunzione tra i due pianeti avvenne addirittura tre volte e fu Keplero a suggerire che lo facessero i Magi. ispirato, anche perché la durata della tripla congiunzione dura mesi e questo è compatibile con l’organizzazione di un lungo viaggio, mentre altri fenomeni, come una cometa, hanno una finestra di visibilità più modesta ”.

Inoltre, nei Vangeli, non si parla di una cometa ma di una stella. Giotto ha continuato a dargli la “ veste ” di una cometa: “dipingendo la scena dell’Adorazione dei Magi nella Cappella degli Scrovegni, ha rappresentato una bella cometa, con grande verosimiglianza perché lo aveva – ha anche visto il passaggio della cometa di Halley ed è stato chiaramente ispirato da questa visione “.

La congiunzione tra Giove e Saturno è uno spettacolo da non perdere e per osservarla meglio, Paolo Volpini, dell’Unione Astronomi Italiani (Uai) consiglia di “aspettare il tramonto e guardare in quella direzione Verso le 17:00 puoi iniziare a vedere i due pianeti molto vicini Il punto più alto è previsto tra le 17:30 e le 18:30 del 21 dicembre. È importante cercare un luogo con l’orizzonte a sud-ovest libero Il fenomeno è visibile a ad occhio nudo, ma con un piccolo telescopio è possibile vedere gli anelli di Saturno e le lune di Giove ”.

L’inizio della discussione generale sulla legge di bilancio, inizialmente prevista per domani alle 11, è rinviata a martedì alle 9 in Aula.

Tanti nuovi bonus e incentivi, un accordo dell’ultimo minuto sull’estensione del superbus e una vera e propria pioggia di micro-standard.

La manovra ai tempi di Covid sta cambiando molto, ma non in secondo piano: mezzi complicati mai visti prima disponibili, quasi 5 miliardi, potrebbero soddisfare gli appetiti della maggioranza e dell’opposizione, che raccoglie centinaia di notizie.

Nella prima e sostanzialmente unica approvazione parlamentare alla Camera, la manovra perde il fondo Covid di 3,8 miliardi, che sarà sostituito dalla nuova variante a inizio anno dal decreto “definitivo” del Ristori, che si diluisce a centinaia di emendamenti di un miliardo. per l’anno bianco dei lavoratori autonomi fino a 100. 000 euro per creare un master in medicina termale fino a centinaia di contratti dall’INPS ai ministeri. A questo si aggiungono le modifiche finanziate dagli 800 milioni che hanno lasciato a disposizione dei parlamentari sin dall’inizio, mentre il disarmo per il Sud perde tre miliardi in due anni di copertura di React Eu, che sosterrà una serie di altre risorse. presente nel testo. sulla base della legge sul bilancio, e sono sostituite dalla copertura del deficit per distribuire meglio, su richiesta di Bruxelles, l’utilizzo dei fondi europei.

L’esame della Camera, a causa dei ritardi in commissione Bilancio, è stato rinviato di un giorno e permette che tutto si chiuda, anche in Senato, prima di Natale. Ma in una maratona di 48 ore, dopo settimane di mescolamento, tra elenchi affollati e riformisti riformisti, nel caos quasi normale durante le sessioni di bilancio, le richieste più disparate vengono ricevute dalla commissione, alcune di grande importanza come “cig” per i liberi professionisti: è un primo provvedimento che modifica il benessere dei dati AVI in attesa della riforma globale degli ammortizzatori, e che introduce un assegno fino a 800 euro per sei mesi a chi riduce della metà il reddito.

Ma è la crisi che continua a prevalere, con il focus sui vaccini senza Iva, come gli assorbenti interni, e da somministrare da 3. 000 medici e 12. 000 infermieri impiegati ad hoc per i prossimi 9 mesi, nuovo pacchetto della metà. un miliardo di aiuti al turismo – oltre ad altri 500 milioni per aeroporti e servizi di handling colpiti dal crollo dei voli – e una serie di interventi per vari settori, dal tessile alla cannabis. E a mitigare il rischio di cassa integrazione, quando a marzo termina il blocco, arriva il contratto di trasferimento, che si estende ai disoccupati con Naspi e non solo a chi percepisce il Reddito di cittadinanza, come opzione della ‘via di mezzo”. ‘di 250 dipendenti. il contratto di ampliamento, che consente una lunga scivolata verso il pensionamento.

I fondi per la produzione e l’importazione di cannabis medica stanno raddoppiando. Il Comitato Bilancio della Camera ha approvato una modifica della manovra, inizialmente firmata da Riccardo Magi, che stanzia tre milioni e seicentomila euro per la produzione e settecentomila euro per l’importazione di cannabis a scopo terapeutico nel 2021. Invece di non fare nulla. per la liberalizzazione della cosiddetta cannabis light, con una percentuale di Thc inferiore allo 0,5%.

Invece guarda al futuro, sperando che ci sia un volantino per collegare la ripresa, l’estensione del super bonus al 110% nei rinnovi verdi, che il Movimento 5 Stelle in primis, seguito da tutti i gruppi parlamentari per la verità, ora vorrebbe estendere. fino al 2023.

È una variante che accelera il virus. “Le informazioni iniziali dicono che non fa più danni, ma provoca più infezioni. Questo è ancora un problema molto serio. Dalle prime informazioni, i vaccini sembrano funzionare comunque, ma sono necessarie informazioni più “solide”. Il ministro della Salute Roberto Speranza E ‘quanto ha affermato durante il programma “Mezz’ora in +” di Lucia Annunciata. ‘Ieri sera ho consegnato le nostre piante agli uffici per controllare le sequenze del genoma nel nostro paese. È imperativo eseguire tutti i controlli necessari. ”

“Ho firmato un nuovo regolamento che blocca i voli dal Regno Unito e vieta l’ingresso in Italia a coloro che li hanno attraversati negli ultimi 14 giorni. Chiunque sia già in Italia e provenga da quella zona deve sottoporsi a un regolamento Smear of antigene o molecolare contattando i reparti di prevenzione “: scrive il ministro in un post su Facebook. “La variante Covid recentemente scoperta a Londra è preoccupante e deve essere studiata dai nostri scienziati. Nel frattempo, intraprendiamo la strada della massima cautela.

Tra eccezioni, divieti e autocertificazioni, gli italiani si preparano alle vacanze di Natale in pandemia. Il decreto ha stabilito i limiti entro i quali si potrà andare dal 24 dicembre al 6 gennaio, proprio nelle giornate ritenute a maggior rischio per concentrazioni e aggregazioni incontrollate.

Ma se l’Italia è arancione (28, 29, 30 e 4 gennaio) o rossa (24, 25, 26, 27, 31 e 1 gennaio, 2, 3, 5, 6 gennaio), potrà comunque viaggiare nella tua regione. Tuttavia, le case private possono essere raggiunte solo con due o con bambini di età inferiore ai 14 anni e solo una volta al giorno. Sono ammessi anche disabili e “partner non autosufficienti”.

Per potersi muovere, inoltre, sarà necessario ottenere la nuova autocertificazione, praticamente identica a quella che accompagna il Dpcm del 3 dicembre, salvo l’esclusione nel testo della Regione cui si rivolge perché vietata dalla nuova legge.

Sono già state confermate le sanzioni per eventuali violazioni, impugnabili anche nei giorni successivi al controllo.

Il viaggio, ovviamente, è concesso anche per comprovate esigenze lavorative, situazioni bisognose o di salute.

Nelle giornate considerate arancioni, i residenti di un comune con meno di 5. 000 abitanti possono spostarsi anche nei comuni limitrofi, entro un raggio di 30 chilometri. Una regola, tuttavia, per la quale sono previste le stesse eccezioni spiegate nel decreto, è quella di viaggiare all’interno della propria regione per visitare familiari o amici una volta al giorno. Il nuovo tracciato messo a punto da Palazzo Chigi, dunque, è molto meno rigido di quanto si temeva il giorno prima, anche se conferma il coprifuoco dal 22 al 5, prolungato fino al 7 gennaio.

I più colpiti saranno i bar e ristoranti che rimarranno chiusi dal 24 dicembre al 6 gennaio, con la possibilità di mantenere aperto il servizio di consegna a domicilio o di cibo da asporto. Durante tutto il periodo di vacanza saranno sempre ammesse le seconde case, ma solo se si trovano nella regione di residenza.

Nei prossimi giorni arriveranno anche le già ‘tradizionali’ Faq che accompagnano i decreti governativi, per essere più chiari, anche in relazione agli innumerevoli decreti regionali e comunali che in questi giorni si stanno portando avanti in tutta Italia.

I pescherecci di Medinea e dell’Antartide sono rientrati a Mazara del Vallo con i 18 pescatori sequestrati in Libia e rilasciati giovedì scorso dopo 108 giorni di detenzione.
Le due barche hanno lasciato Bengasi intorno all’una di notte di venerdì e hanno guidato per quasi 60 ore. Familiari e funzionari li aspettano al molo.
“Li conosco, sono grandi uomini”, ha detto Marco Marrone, armatore di Medinea, nel porto di Mazara del Vallo. ‘Oggi è Natale, pochi giorni prima. Spero che questa storia sia uno stimolo per unire la Marina di Mazara, che ha subito almeno 50 dirottamenti nella sua storia, e per aiutare il governo a risolvere la questione dei confini marittimi della Libia. “Ha aggiunto.

I pescatori delle due barche ormeggiate al molo di Mazara del Vallo hanno lasciato il ponte e li hanno salutati. I parenti e altri pescatori inviano baci dal basso verso l’alto. Al molo del porto di Mazara, vedrai tre palloncini che riflettono i colori della bandiera italiana.

Tutti i 18 sbavature golosi dei pescatori rientrati a Mazara del Vallo sono risultati tutti negativi. I marinai sono scesi dalle barche per eseguire la prova Antikovid presso il padiglione Usca dell’Asp a Trapani. Contestualmente agli strisci rapidi sono stati realizzati anche strisci molecolari, il cui risultato sarà noto dopo almeno sei ore.

“Siamo stati trattati molto male, ma sono contento di essere qui”, ha detto Pietro Marrone, comandante del peschereccio Medinea, che ha scambiato due parole con i giornalisti uscendo dal porto di Mazara del Vallo. Un altro membro dell’equipaggio, un tunisino, ha detto dalla finestra: “Abbiamo passato settimane a piedi nudi. Ci hanno trattato molto male”.

Al commissariato di Mazara del Vallo sono iniziati gli interrogatori dei marinai sui pescherecci Antartico e Medinea. La Procura di Roma ha aperto un caso investigativo dopo il rapimento di 18 membri dell’equipaggio in Libia. I pescatori vengono interrogati dai militari Ros in una delegazione del Pubblico Ministero. Quattro persone vengono intervistate. Gli interrogatori continueranno domani.

Il peggior Napoli della stagione, punito dall’assenteismo in attacco, perde all’Olimpico e rilancia la Lazio per accontentare il presidente Lotito, che esulta in tribuna a pochi posti davanti al grande rivale De Laurentiis. I biancocelesti hanno giocato di squadra, con Escalante che ha giocato diversi palloni “intelligenti”, sostituendo nel migliore dei modi Lucas Leiva, e un Milinkovic-Savic sempre presente nei momenti chiave della partita, anche quando non era così visibile come il altro. ora.

A questi protagonisti bisogna aggiungere Ciro Immobile, i cui traguardi non sono certo nuovi, ma che continuano a lasciare il segno. Soprattutto oggi, con una distanza irresistibile di Maksimovic e un colpo di scena che si è trasformato in un colpo di testa perfetto che ha regalato alla sua squadra il vantaggio che è stato poi arrotondato nella ripresa da Luis Alberto, non tra i migliori fino a al momento. ma delizioso al tatto del bersaglio. Buono anche il suo abbraccio con Simone Inzaghi, segno di infinita sintonia tra lo spagnolo e l’allenatore. Per sottolineare il test di difesa, per una volta non è stata colpita. Anche perché il Napoli stasera non ha potuto rubare il fulmine tra gli ostacoli di Petagna, ma anche i problemi fisici di Lozano e Politano, che non hanno dato il solito contributo, al punto che Gattuso lo ha sostituito con Elmas. in un certo momento. Quindi per gli azzurri si è verificata la seconda sconfitta consecutiva, questa volta meritata diversamente da quella contro l’Inter. Per quanto riguarda la Lazio, ci sarà un immediato ritest infrasettimanale contro i milanesi che hanno vinto ancora e continuano a guidare. La Lazio ha avuto il merito di partire subito forte, aggressiva e arrembante. Un atteggiamento che è stato premiato con un gol dell’1-0 al 9 ‘: è stato raggiunto dalla Scarpa d’Oro Ciro Immobile con una distanza imperiosa per Maksimovic e di testa, con cui Ospina non ha potuto fare nulla. Dopo essere rimasto in svantaggio, il Napoli prova a giocare con meno calma e si fa avanti nel giro di 18 minuti con una partita di Petagna che cancella Fabian Ruiz, neutralizzato da Reina. Poi c’è stato un intervento preventivo contro Koulibaly da parte della Difesa laziale, che era avanzata. Nella ripresa era lecito aspettarsi la ripresa del Napoli, invece la Lazio controllava la partita e quando Mario Rui ha commesso l’errore di lasciare 2-0 l’autore Luis Alberto sentito che gli uomini di Gattuso non erano di sera. erano. Nonostante i cambiamenti di Gattuso, la squadra ospite ha continuato a girare la palla troppo lentamente e non poteva preoccuparsi della difesa biancoceleste: mai come in questa fase di gioco persone del calibro di Insigne, Mertens e Osimhen non erano scomparse. Insomma, per il Napoli è stata solo una serata da dimenticare perché la Lazio proverà ancora a essere quella prima della squalifica, che ci ha fatto sognare.

Una seconda scossa di terremoto ha colpito la Capitale nel giro di poche ore. È quanto evince dalla marea di segnalazioni che giungono dai social media.

L’Ingv ha confermato poco dopo l’evento sismico, che ha avuto una magnitudo pari a 2.8 gradi della scala Richter, con epicentro a Lariano, in provincia di Roma.

Ieri 28 agosto, intorno alle 14, una prima scossa di magnitudo 3.0 aveva avuto sempre come epicentro la zona tra Lariano e Rocca Priora.