Via al bonus mensile da 320 euro al mese a famiglia: come richiederlo

Al via il piano Sia, Sostegno per l’inclusione attiva, una misura di contrasto alla povertà introdotta in questi giorni dal Ministero per il Lavoro, che prevede l’erogazione di un contributo economico alle famiglie in condizioni di povertà nelle quali ci sia almeno un componente minorenne oppure sia presente un componente disabile o una donna in stato di gravidanza accertata.

Il progetto del piano era stato già presentato a fine maggio dal Governo, tramite questo decreto e le ultime informazioni riguardo la sua introduzione sono state chiarite direttamente sul sito del Ministero in questi ultimi giorni. Si tratta di un bonus che garantirà circa 320 euro a nucleo familiare. Ogni famiglia potrà ricevere un massimo di 400 euro, nel caso di cinque o più componenti.

Questi i requisiti per poter richiedere il bonus:

  • essere cittadino italiano (o comunitario o avente permesso di soggiorno)
  • risiedere in Italia da almeno 2 anni;
  • presenza di almeno un componente minorenne o di un figlio disabile, ovvero di una donna in stato di gravidanza accertata
  • ISEE inferiore o uguale a 3mila euro
  • il valore complessivo di altri contributi economici di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale, deve essere inferiore a euro 600 mensili;
  • Non beneficiare di strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati
  • nessun componente deve possedere autoveicoli immatricolati la prima volta nei 12 mesi antecedenti la domanda oppure autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc immatricolati nei tre anni antecedenti la domanda

Per richiedere il bonus è necessario fare richiesta al proprio Comune con la compilazione di un modulo predisposto dall’Inps nel quale si dichiara di soddisfare tutti i requisiti del piano Sia per il contrasto alla povertà. Le richieste possono essere presentate a partire dal 2 settembre 2016.

 

0 comments