Alemanno contro Renzi: «No all’inglese nelle leggi italiane »

Da Redazione, in Cultura il .

Invettiva di Gianni Alemanno a Firenze nel corso del primo giorno degli Stati generali della lingua italiana. L’ex sindaco di Roma, oggi leader di Azione Nazionale,  ha detto che il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ‘non può presentarsi qui come difensore della lingua italiana’. Alemanno ha ricordato infatti che Renzi è stato il primo a dare un nome inglese ad una legge italiana, il tanto discusso Jobs Act. L’americanismo di Renzi, ormai palese all’opinione pubblica, non è stato nemmeno gradito dall’Accademia della Crusca, che dopo l’impegno di questi giorni a Firenze, riceverà una proposta di legge da parte di Azione Nazionale, volta a tutelare la lingua italiana.