sabato, 23 giugno 2018 - Redazione - Contatti

Cannabis, sarà possibile coltivarla in casa

Da Redazione, in Cronaca il .

Con la nuova proposta di legge che sarà discussa e poi votata alla Camera il 25 luglio, si aprono nuove prospettive per l’uso della cannabis in Italia. Dal testo del documento si evince che la coltivazione della cannabis sarà permessa per uso personale, e precisamente fino a cinque piante di sesso femminile. Sarà anche permessa la coltivazione in modo associato, ovvero associazioni fino a 50 persone di età superiore ai 18 anni per un massimo di 250 piante. Per la detenzione e la coltivazione non sarà necessario richiedere nessun tipo di permesso o autorizzazione, eccetto di comunicare la propria coltivazione all’ufficio dei Monopoli.

La commercializzazione

Per quanto riguarda la commercializzazione della Cannabis, sarà introdotta all’interno di un monopolio di Stato, la cui produzione e messa in vendita potrà essere concessa a privati secondo precise regole. Per la vendita si ipotizza saranno creati dei locali dedicati. Non bisogna però confondere la coltivazione e la detenzione per uso personale con la commercializzazione: con la nuova legge infatti tutti potranno averla in casa, ma la vendita sarà permessa solo dall’Agenzia dei Monopoli. I proventi fiscali derivanti dalla commercializzazione della cannabis saranno destinati in parte ad associazione per la lotta alla droga e in parte alle casse dello Stato.