Sport

Nuovo anno, nuove stelle nascenti nel mondo del calcio. Come ogni anno abbiamo voluto stillare una lista dei 10 giovani calciatori più forti da tenere d’occhio nel 2019. E’ una lista, non una classifica, e abbiamo preferito non pronunciarci su chi tra questi ci sembra migliore degli altri, anche se ovviamente risulta quantomeno scontato assegnare comunque il primo posto a Kylian Mbappe. Un nome solo tra i calciatori del nostro campionato inclusi nella lista: Lautaro Martinez dell’Inter.

Timothy Weah

Squadra: Paris Saint-Germain

Campionato: Ligue 1

Ruolo: Attaccate

Età: 18

Christian Pulisic

Squadra: Borussia Dortmand

Campionato: Bundesliga

Ruolo: Attaccante

Età: 19

Arthur Melo

Squadra: Barcelona

Campionato: La Liga

Ruolo: Centrocampista

Età: 22

Everton (Sousa Soares)

Squadra: Gremaio

Campionato: Campeonato Brasileiro Serie A

Ruolo: Attaccate

Età: 22

Andreas Pereira

Squadra: Manchester United

Campionato: English Premier League

Ruolo: Centrocampista

Età: 22

Kylian Mbappe

Squadra: Paris Saint-Germain

Campionato: Ligue 1

Ruolo: Attaccante

Età: 19

Alphonso Davies

Squadra: Vancouver Whitecaps

Campionato: MLS

Ruolo: Centrocampista

Età: 17

Lautaro Martinez

Squadra: Inter

Campionato: Serie A

Ruolo: Attaccante

Età: 20

Martin Terrier

Squadra: Lyon

Campionato: Ligue 1

Ruolo: Attaccante

Età: 21

Kai Havertz

Squadra: Bayer Leverkusen

Campionato: Bundesliga

Ruolo: Centrocampista

Età: 19

Cari amici, è arrivato un giorno, quello in cui decidi che è finita per davvero. Ringrazio il presidente Gozzi e i ragazzi dell’Entella per l’occasione che mi hanno concesso. Gli auguro tutto il meglio. In questi giorni di allenamento ho capito però che non ho più la testa per allenarmi con continuità. Per giocare a pallone servono passione e talento, ma soprattutto ci vuole determinazione, e io in questo momento ho altre priorità. Voglio ringraziare tutti i compagni di squadra di questi anni, gli avversari, allenatori, dirigenti (sì certo anche quelli con cui qualche volta ho litigato). Ma soprattutto voglio ringraziare i tifosi, quelli dalla mia parte e anche gli avversari, perché senza di loro il calcio non esisterebbe.

Il pallone mi ha dato tantissimo. Mi ha fatto conoscere persone magnifiche, grandi campioni e gente comune. Mi ha tolto dalla strada, mi ha dato una famiglia e soprattutto mi ha fatto divertire da matti. Ancora oggi quando mi capita di vedere una qualsiasi partita resto ipnotizzato. È il gioco più bello che c’è.

Sì lo so con un altro carattere avrei potuto vincere di più e giocare meglio, ma credetemi, ho vissuto comunque emozioni incredibili e oggi ho accanto a me le uniche cose che contano davvero. La mia famiglia, gli amici e zero rimpianti.

Adesso comincia il secondo tempo della mia vita, sono curioso e carico di dimostrare prima di tutto a me stesso che posso fare cose belle anche senza l’aiuto dei miei piedi.

Grazie a tutti, di cuore.

Antonio Cassano