Chi è Chiara Lubich, protagonista della fiction su Rai 1

Stasera, per completare il binomio Scienza e Fede voluto dalla Rai con due fiction dedicate rispettivamente a una donna del mondo scientifico e a una del mondo religioso, andrà in onda la fiction sulla vita di Chiara Lubich.

La fiction ripercorrerà parte della vita della Lubich: dalla nascita a Trento nel 1920 fino alla vocazione avuta a Loreto nel corso di un raduno spirituale, poi la guerra, che tutto distrugge, la scoperta dell’amore che vince tutto (da qui il titolo della fiction) e ancora la fondazione del primo focolare e la diffusione del movimento da lei fondato nel mondo. E’ così che la Rai ha deciso di celebrare una delle protagoniste del panorama cattolico e interreligioso del secondo dopoguerra.

Ma chi è esattamente Chiara Lubich? Malgrado la sua figura sia passata solo di rado sui rotocalchi, è stata un personaggio eccezionalmente importante fintanto che ancora oggi circolano voci sulla sua possibile nomina, mai rivelata in pubblico da Papa Giovanni Paolo II, a cardinale in pectore, caso unico nella Chiesa cattolica. Papa Wojtyła la ammirava molto: ebbe a dire del suo movimento “quando sono triste mi viene in mente… focolarini”.

Padre socialista, madre cattolica, la Lubich è stata la fondatrice del Movimento dei Focolari, movimento laico in seno alla Chiesa e basato sulle parole del Vangelo “Che tutti siano uno”. A livello interno, i componenti del movimento hanno diverse nazionalità finanche religioni diverse.

Questo suo impegno a favore dell’ecumenismo religioso e dell’unità tra i popoli, oltre che a un programma di economia sostenibile denominato economia di comunione hanno spinto poi l’Unesco a conferirle il Premio per l’Educazione alla pace nel 1996 e il Consiglio d’Europa nel 1998 il Premio dei Diritti umani.

 

0 commenti