Press "Enter" to skip to content

Cos’è l’Autofagia, quando la cellula divora se stessa

La motivazione del conferimento del Premio Nobel al biologo e professore giapponese Yoshinori Ohsumi è stata: “per le sue scoperte sui meccanismi dell’autofagia“. Oshumi è un biologo cellulare, e per l’appunto l’autofagia, è un processo che avviene al livello dei costituenti di base di ogni essere vivente, le cellule.

L’autofagia è, all’interno degli esseri viventi, il principale meccanismo che regola il turnover  di tutti gli organuli del citoplasma delle piante e degli animali, allorquando attraverso i lisosomi la cellula ingloba le parti danneggiate di se stessa per mezzo di vescicole con membrana doppia le quali vanno ad inglobare i componenti cellulari che devono degradare.

Si tratta di un processo catabolico di fondamentale importanza, perchè, con l’eliminazione e quindi il riciclo delle sue componenti attraverso il processo di autofagia, la cellula previene la possibilità di derive tumorali e accumulo di sostanze dannose.

 

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Latribuna.eu © 2017- Sviluppato con Wordpress da Compete Themes.