venerdì, 22 settembre 2017 - Redazione - Contatti

Iran e Arabia Saudita, tensione per dichiarazioni contro gli wahabiti

Da Redazione, in Archivi Esteri il .

Alta tensione tra Iran e Arabia Saudita dopo le accuse del ministero per la Sicurezza iraniano, che sostiene sia stato sventato nelle ultime ore ‘uno dei più grandi complotti terroristici orditi da gruppi jihadisti‘ che avrebbe dovuto colpire con delle esplosioni a danno delle popolazione la capitale Teheran e altre città. La radice del gruppo di attentatori sarebbe quella wahabita, una corrente religiosa dell’islam che fonda le sue regole in un’interpretazione molto rigorosa del Corano nata nel XVIII secolo e oggi religione di stato in Arabia saudita, dove la corrente wahhabita è la più seguita. Il ministero per la Sicurezza di Teheran ha comunicato per ora ancora pochi particolari, ma sembrerebbe che siano state le forze di sicurezza a sventare gli attentati e ad arrestare tutti i componenti del gruppo terroristico proprio pochi giorni prima che questi colpissero in occasione di feste religiose che si tengono in tutto l’Iran durante i festeggiamenti per il Ramadan.

Un rapporto diplomatico in crisi

Quella delle ultime ore è solo l’ultimo degli eventi di una escalation tra Iran e Arabia saudita, con le relazioni diplomatiche già in crisi da diversi anni e specialmente dagli ultimi mesi, a causa dell’esecuzione del leader sciita Nimr al-Nimr, figura apprezzata moltissimo anche in Iran prima che la monarchia saudita ne decretasse l’arresto e la condanna a morte a seguito dei fatti della Primavera Araba del 2011, dove una serie di proteste scossero il paese e al-Nimr veniva indicato come la guida spirituale di quegli eventi.

 

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Cosa sono i cookie?
I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie delle c.d. "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.
A cosa servono i cookie?
I cookie sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, memorizzazione delle preferenze, ecc.
Cliccando su "Accetta" l'utente permette il loro utilizzo.
L’utente può gestire le proprie preferenze relative ai Cookie disattivandoli, direttamente tramite l’applicazione che usa per navigare internet ( browser ). Premesso che il blocco dei Cookie potrebbe influire sul corretto funzionamento del sito riportiamo di seguito i link alla guida per la loro disattivazione: Come disattivare i cookie
Anche in caso di servizi erogati da terze parti l’utente ha diritto ad opporsi al tracciamento ed è tenuto ad informarsi sulle modalità tramite la privacy policy della terza parte o contattando direttamente la stessa.

Chiudi