sabato, 23 giugno 2018 - Redazione - Contatti

La Terra dei Fuochi di nuovo pronta a bruciare: scoperto maxideposito

Da Redazione, in Cronaca il .

Un blitz dei Carabinieri ha rivelato la presenza di un maxideposito di rifiuti pericolosi e speciali tra Napoli e Caserta, all’interno dei confini del territorio della Terra dei Fuochi. Tra i rifiuti individuati anche contenitori di olii esausti provenienti dalle officine meccaniche, oltre 3000 gomme usurate, centinaia di buste di plastica contenenti scarti di lavorazione tessile. In una nota rilasciata dai Carabinieri dopo l’intervento si apprende che tali materiali tossici, in attesa di essere smaltiti illecitamente quindi probabilmente bruciati, erano privi di alcun tipo di protezione e le esalazioni pericolose venivano rilasciate direttamente nell’atmosfera. I fluidi di scarto invece, direttamente a contatto con il terreno, finivano nelle fogne. Nel corso del blitz sono state denunciate 69 persone ed l’attività di oltre trenta aziende è stata interrotta.