Press "Enter" to skip to content

Manchester, bomba al concerto di Ariana Grande: 19 morti, 50 feriti. Per la Polizia è attentato

Sono 22.35 (23.35 italiane) quando un esplosione all’interno del Manchester Arena crea il panico tra i migliaia di giovani che avevano appena finito di assistere al concerto della popstar Ariana Grande. Un rumore “simile a uno sparo”: è questo quanto emerge dalle prime testimonianze. Poi il caos, il panico tra la folla e le grida di qualcuno che avverte della presenza di numerose persone a terra. E’ la Polizia di Manchester però a comunicare i primi dati ufficiali: lo fa su Twitter, dove già dai primi momenti dopo l’esplosione sono arrivate le prime immagini del drammatico incidente: un video, pubblicato da una ragazza sul social network dei cinguettii, racconta gli attimi dell’esplosione. Secondo i dati ufficiali sarebbero 19 i morti finora accertati e 50 i feriti. I media parlano di una “bomba con chiodi” e di un esplosione, forse due. La Polizia, in un secondo tweet, ha annunciato che si ha ragione di pensare che si tratti di un attentato terroristico.

A seguito della chiusura delle linee degli autobus, i tassisti di Manchester hanno offerto passaggi gratis, le strutture ricettive hanno aperto le porte mettendo a disposizione le camere mentre su Twitter con l’hashtag #RoomforManchester centinaia di persone delle città inglese hanno offerto la propria casa, del tè e un pasto caldo a chiunque ne avesse bisogno.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Latribuna.eu © 2017- Sviluppato con Wordpress da Compete Themes.