sabato, 23 giugno 2018 - Redazione - Contatti

È morto Dario Fo, addio al “giullare degli oppressi”

Da Redazione, in Cronaca il .

Dario Fo è morto stamani presso l’Ospedale Luigi Sacco di Milano. Lo confermano fonti ospedaliere. L’attore e drammaturgo italiano, Premio Nobel per la letteratura nel 1997, era ricoverato da alcuni giorni presso il nosocomio milanese per alcune complicazioni polmonari. Nato a Sangiano, nel Varesotto, nel 1926, il prossimo marzo avrebbe compiuto 91 anni. Negli ultimi tempi Fo, che non ha mai lasciato l’attività pubblica, si era espresso a sfavore del si al referendum costituzionale, vituperando Benigni e gli altri 350 intellettuali per il loro appoggio a Renzi.

La sua opera teatrale “Mistero Buffo” uscita nel 1969, contemporanea della Santa Rita da Cascia del 1967 di Paolo Poli, viene considerata rivoluzionaria alla pari del suo predecessore Pirandello e ha aperto le porte ad una nuova stagione del teatro italiano. Nel 1997 l’Accademia Svedese gli conferisce il Premio Nobel per la Letteratura “perché, seguendo la tradizione dei giullari medievali dileggia il potere restituendo la dignità agli oppressi”.