Morto padre Amorth, se ne va l’ultimo esorcista

Da Redazione, in Cultura il .

Ci teneva a specificare che ‘il diavolo’ si trova difficilmente nelle persone, e la maggior parte delle volte il disturbo che la persona a lui rivoltasi accusava era solamente di natura psicologica. Così iniziavano le conversazioni con lui, Padre Gabriele Amorth, esorcista decano della diocesi di Roma e persidente della Associazione Internazionale degli Esorcisti da lui fondata nel 1990. Secondo il quotidiano Liberazione, Amorth avrebbe condotto più di 70000 esorcismi nel corso della sua vita, un numero sufficiente a rinominarlo, come alcuni facevano, ‘il principe degli esorcisti’ in ovvia antitesi con la figura del demonio, che in principio secondo la tradizione era il principe degli angeli (da qui anche il nome Lucifero, dal latino lux-fero portatore di luce).

Si è spento ieri Padre Amorth, presso l’ospedale Santa Lucia di Roma, dove era ricoverato da alcune settimane. Nato il 1 maggio 1925, fu partigiano e divenne presbitero nel 1954. Nel corso degli ultimi anni la sua persona era diventata nota al pubblico grazie alla sua partecipazione a programmi televisivi di divulgazione scientifica e all’ingente numero di libri che aveva scritto con la Editrice San Paolo, che è stata la prima ad aver dato notizia della morte dell’esorcista. Padre Amorth aveva 91 anni.