sabato, 23 giugno 2018 - Redazione - Contatti

Rosarno, carabiniere spara a migrante durante un’aggressione

Da Redazione, in Cronaca Primo Piano il .

Un migrante è rimasto ucciso a Rosarno, in Calabria, a causa di un colpo d’arma da fuoco inflittogli da un carabiniere. Da quanto si apprende gli uomini delle forze dell’ordine erano intervenute per calmare una rissa tra giovani immigrati, quando nel tentativo di separare i contendenti, uno di loro è stato ferito con un coltello ad un occhio e sulla spalla. Il militare coinvolto ha quindi fatto fuoco uccidendo il migrante, ventisettenne, sul colpo.

A Rosarno si trova una delle più grandi tendopoli di migranti in Italia, colma di immigrati durante la stagione estiva per la raccolta delle arance nei campi calabresi. Centinaia i giovani africani che qui si rifugiano per lavorare, per poi trasferirsi in località balneari per vendere articoli in spiaggia.