lunedì, 20 novembre 2017 - Redazione - Contatti

Un muro tra Inghilterra e Francia, ecco la GB del dopo Brexit che fa paura

Da Redazione, in Esteri il . Tag:

La chiamano ‘la Giungla‘, un ampia prateria derivata da una vecchia discarica non più  in uso, e ospita circa 6000 persone, di cui almeno qualche centinaio minori. Sono tutti migranti, provenienti dai paesi dell’Africa o dal Medio Oriente, e aspettano lì, a Calais, di poter entrare in Inghilterra. Qui l’Inferno di Dante sembra veramente essersi materializzato: le autorità francesi infatti, qualche mese fa, avevano pianificato di costruire addirittura un lago artificiale profondo per impedire ai migranti di poter raggiungere l’autostrada (Flegetonte?), e quindi i camion che transitano verso l’Inghilterra o i treni che si accingono ad entrare in galleria per un viaggio nell’oscurità di 30 chilometri. Eppure, malgrado ogni 6 minuti circa qualche migrante tenti di salire su un camion, qualcuno ha provato perfino ad ‘afferrare’ un treno che entrava in galleria, senza riuscirci.

Stamattina il Daily Mail riporta un ulteriore ‘aggiornamento’ di natura del tutto britannica secondo cui si è giunti ad un accordo per la costruzione di un muro di cemento della lunghezza di due chilometri e di 4 metri di altezza che costeggi autostrada e il tragitto dei treni a Calais. Il motivo? I migranti naturalmente, un motivo da due milioni di sterline, secondo il Daily Mail, costi che pagherà esclusivamente la Gran Bretagna, pur di proteggere i suoi confini oltre la Manica.

Una notizia, quella della costruzione del nuovo muro, che non può non essere ricondotta alla questione della Brexit, che il 23 giugno ha consegnato al mondo intero l’immagine di un’Inghilterra antieuropea, e comunque indecisa sino alla fine.

 

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Cosa sono i cookie?
I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie delle c.d. "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.
A cosa servono i cookie?
I cookie sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, memorizzazione delle preferenze, ecc.
Cliccando su "Accetta" l'utente permette il loro utilizzo.
L’utente può gestire le proprie preferenze relative ai Cookie disattivandoli, direttamente tramite l’applicazione che usa per navigare internet ( browser ). Premesso che il blocco dei Cookie potrebbe influire sul corretto funzionamento del sito riportiamo di seguito i link alla guida per la loro disattivazione: Come disattivare i cookie
Anche in caso di servizi erogati da terze parti l’utente ha diritto ad opporsi al tracciamento ed è tenuto ad informarsi sulle modalità tramite la privacy policy della terza parte o contattando direttamente la stessa.

Chiudi